Informazioni

sul micio e sul nostro centro

Elena con Augusto La signora Elena, fondatrice del centro e "mamma" di tutti i mici, con Augusto, visitatore occasionale.

Dov'è il Centro Felix?

Il Centro Felix si trova a Trento, in vicolo dei Gaudenti 10, in centro storico tra Piazza Garzetti e via Mazzini nella zona di Piazza Fiera. Il numero di telefono è 0461 981481. Il centro ha una grande porta ad arco marrone nella parte del vicolo vicino a via Prima Androna. Gli orari di apertura sono completamente variabili in funzione della disponibilitè dei volontari (quasi tutte "volontarie" per la precisione); in ogni caso solitamente è aperto tutta la mattina e la sera di ogni giorno (i gatti devono mangiare tutti i giorni evidentemente) con un'alta probabilitè tra le 9:00 alle 13:00, mentre è consigliabile telefonare per appuntamento per la sera.

Come posso tesserarmi?

La nostra tessera per il 2010 costa 11 euro, pagabili presso il centro o tramite conto corrente postale 12039384 intestato a Associazione Gatto Amico (scaricabile qui) oppure tramite bonifico bancario IT68V 03240 01801 000004040025, via delle Orne 5, Trento.

Esibendola, si ha diritto a sconti nei seguenti negozi (esclusi già in corso):

D'oro e D'argento Oreficeria e laboratorio
Via Oss Mazzurana, 14 – TRENTO Tel. 0461/981276

Florfauna Pet shop – specialissimo animali
Via Orti, 16/18 – TRENTO
Tel. 0461/983438

ALLA ROTONDA - Fot o – Cine - Sub
Via S. Vigilio, 7 - TRENTO
Tel. 0461/985317 - www.allarotonda.com
(dal 5 al 10% su Stampe, pellicole, schede memoria e accessori)

CONFEZIONI VEGLIO
Via Mazzini, 43 – TRENTO - Tel. 0461/986099

PROFUMERIA CAPUZZO
Via Oss Mazzurana, 83 – TRENTO
Tel. 0461/981547

SIRIO Illuminazione e complementi d'arredo
Via Mantova, 37 – TRENTO Tel. 0461/239883
(escluso “Legno Magia”)

Studio di Fisioterapia
Giordani Drssa Mariapia tel 3493540887
Fellin Drssa Claudia tel 3470173518
Via Volta 60 - 38123 Trento
www.fisioterapiaeanima.it
Rieducazione funzionale, neurologica, respiratoria
Terapia manuale pompages, manipolazione neuro connettivale
Riequilibrio corpo e mente
Massaggi: connettivale, riflessologia plantare, coreano, linfodrenaggio manuale, shiatsu

Erboristeria SPAZIO VERDE
C.so 3 Novembre, 54 – TRENTO –Tel. 0461/915627
ZOTTA – Pelletteria – Valigeria
Via S. Vigilio, 24/26 - TRENTO
Tel. 0461/233039

Come posso adottare un gatto?

Se hai deciso di prendere un gatto, rivolgersi ad un "gattile" piuttosto che ad un negozio è senz'altro una buona scelta. Innanzitutto farai felice un orfanello, non spenderai una lira e avrai più scelta (i gatti del centro sono sempre assai numerosi purtroppo).
Per adottare un gatto del Centro Felix basta venire al centro, sceglierlo e portarlo a casa. Devi però impegnarti solennemente ad accudirlo e a trattarlo bene.

Dove siete esattamente?

Per chi non conosce il centro di Trento, ecco qui un po' di cartine:
mappa del centro storico di Trento (116 Kb)
mappa piccola del centro storico di Trento (36 Kb)
mappa di Trento (300 Kb).

Non posso tenere un gatto in casa. Posso aiutarvi comunque?

Sì. Puoi venire a passare qualche ora prendendoti cura dei gatti e coccolandoli. Puoi anche contribuire finanziariamente tramite una libera donazione nella cassetta del centro oppure su conto corrente postale 12039384 intestato a Associazione Gatto Amico, oppure tramite bonifico bancario IT68V 03240 01801 000004040025.

Posso portarvi dei gatti?

Sarebbe meglio di no. I gatti stanno sempre bene nell'appartamento in cui hanno sempre abitato e il Centro Felix non è né una pensione dove parcheggiare il gatto durante le vacanze né un luogo ove sbolognare cuccioli inattesi. Per le vacanze ci sono gli amici oppure le pensioni per gatti, mentre per i cuccioli inattesi c'era la sterilizzazione.
Se il gatto era ospite del centro e l'adozione è andata male, allora piuttosto di sopprimerlo o metterlo in strada per favore riportalo al centro, ma solo dopo aver fatto il possibile per tenerlo: un gatto non è infatti un pacco postale e ogni trasferimento è per lui un evento stressante.
Se il gatto invece lo hai trovato per strada, accertati se è un gatto di casa o di strada. Nel primo caso portalo pure al centro, probabilmente c'è il suo padrone che lo cerca. Nel secondo caso portalo al centro solo se sembra malato, denutrito o ferito. Il Centro Felix non sottrae gatti di strada alle loro colonie ma si limita ad aiutarli.
Se trovi cuccioli per strada, prima di portarli al Centro Felix accertati che non ci sia la loro madre (potrebbe stare via qualche ora per la caccia) che si sta già prendendo cura di loro: un cucciolo fino a tre mesi sta sicuramente meglio con la mamma che non da solo.

Quale gatto prendo?

Puoi prendere il gatto che desideri tra tutti quelli ospitati dal centro. I volontari ti diranno quali gatti presentano problemi di salute o caratteriali. I gatti del centro sono quasi tutti comunissimi ma bellissimi ed è molto difficile trovarne qualcuno di razza.
Se decidi di prendere un cucciolo (tra 2 e 6 mesi) avrai il vantaggio che è subito affettuoso e puoi abituarlo alla tua presenza. Però necessita di più controlli veterinari e può avere problemi.
Un gatto adulto (oltre i 6 mesi) dà meno lavoro, ma non potrai imporgli le tue volontà e per i primi giorni è probabile che rimanga nascosto spaventato sotto il letto. Poi però si abituerà alla casa e alla tua presenza, soprattutto quando capirà chi si sta prendendo cura di lui. Il gatto adulto presenta meno problemi, spesso è già sterilizzato e necessita di solo una visita veterinaria all'anno. Inoltre farai felice un povero micio che cerca solo casa e affetto e che ha una minore probabilità di essere adottato rispetto ad un cucciolo.
Qualora tu decida di tentare l'impresa di prendere un gatto con meno di due mesi, sappi che ciò è consentito solo a chi ha già molte esperienze con gatti e che la sopravvivenza del micio non è affatto scontata. Il micino dovrà stare al caldo e in un ambiente non tropppo umido, dovrai svezzarlo con tanta pazienza e portarlo frequentemente dal veterinario. Meglio sarebbe trovare una mamma gatta adottiva.

Come accudisco il gatto appena preso?

Prima di prendere il gatto sarebbe il caso di munirsi di una ciotola per il cibo, di una lettiera aperta (costo 3 euro) o coperta (costo dai 15 ai 30 euro), del trasportino in plastica (costo dai 15 ai 25 euro) e di 5Kg di sabbia per la lettiera (costo 3 euro). Il gatto va prelevato con il trasportino (altrimenti se è adulto è praticamente certo che al primo spavento scappi a zampe levate) e portato subito dal veterinario. Questa prima visita serve a garantire all'aspirante gattofilo che il micio è sano e privo di parassiti e ha quindi l'igiene necessaria per stare in casa con gli umani. Se il gatto è un cucciolo va fatto anche vaccinare (costo della visita sui 35 euro; per essere sicuri dell'igiene nella propria casa e della salute del proprio amico non è poi tanto).
A questo punto può essere portato in casa dove gli va subito mostrata l'ubicazione della lettiera che non va messa in posti irraggiungibili né in posti con rumori violenti che spaventano il gatto. Se il gatto è adulto farà l'impossibile per scappare (chiudere porte e finestre!); lasciatelo dove si mette e portategli là da mangiare. Uscirà di notte e, dopo qualche giorno o settimana (a seconda del carattere), si avvicinerà agli umani.

Dove lo metto quando vado via?

La soluzione ideale è lasciarlo a casa e incaricare qualcuno di passare giornalmente a pulire la lettiera (meglio due lettiere), riempire le ciotole e controllare che il gatto stia bene. C'è anche il vantaggio che la persona potrà controllare lo stato dell'appartamento. In alternativa ci sono pensioni che ospitano a pagamento gatti: hanno il vantaggio di una sorveglianza veterinaria giornaliera, ma il gatto sarà costretto in uno spazio piccolo e sarà sradicato dal suo ambiente. La lista è qui.

Cosa mangia?

Un gattino (dai 2 ai 6 mesi) dovrebbe mangiare cibi di buona qualità. L'ideale è Hill's Feline Growth che si trova nei negozi specializzati, magari mescolandolo con il cibo che intendi dargli quando sarà adulto.
Un gatto adulto mangia varie cose. Impara innanzitutto che il gatto si abitua in fretta ad un cibo e potrebbe rifiutarne uno nuovo anche per due giorni. L'alimentazione ideale è sempre quella di qualità (Hill's oppure Iams) oppure quella fatta in casa: 50 grammi di carne o pesce o un uovo, 20 grammi di verdura, 20 grammi di pasta o pane o riso e 10 grammi di olio al giorno per un gatto di taglia media (4 Kg) e attività moderata (corre un poco e dorme spesso). Oppure può essere nutrito con scatolette che si trovano nei supermercati dal costo di circa mezzo euro a scatola (segui le indicazioni del produttore e non dargliene mai di più nonostante la faccia da gatto denutrito) o con i croccantini (meglio quelli della Hill's per evitare problemi di salute in età avanzata). In ogni caso il micio deve poter disporre di una ciotola con l'acqua sempre fresca.

In nessun caso un gatto deve essere nutrito con gli avanzi: non è una pattumiera! Questo è infatti un metodo sicuro per causargli problemi di salute e costringerti a pagare molte spese veterinarie in futuro. Anche il cibo per cani non va assolutamente bene anche se al micio potrebbe piacere moltissimo.

E la lettiera?

La lettiera per un gatto adulto va riempita con circa 5-7 cm di terra e deve essere grande a sufficienza per potersi girare e poter scavare. Essa è indispensabile per evitare che il gatto scelga altri luogi dove fare i bisogni. Va messa in una zona senza rumori violenti, sempre accessibile e senza costringere il gatto a fare chilometri per raggiungerla (va bene dall'altra parte della casa, ma non va bene 3 piani più sotto). Si può sceglierne una aperta (circa 3 euro) o una coperta (dai 15 ai 30 euro) per evitare che la terra esca durante le operazioni di scavo. A quella coperta è consigliabile togliere la porticina perché non è facile per un gatto capire come funziona.
La lettiera di un cucciolo è identica a quella di un gatto adulto solo che il cucciolo deve essere in grado di entrarci comodamente senza fare scalate. Inoltre è consigliabile la sabbia non agglomerante perché i cuccioli ogni tanto provano a mangiarsela.
La sabbia può essere normale (meno costosa) o agglomerante (minimo 4 euro ogni 10Kg). Quella normale deve essere pulita con cura e cambiata spesso. Quella agglomerante "fa la palla" attorno a tutti i bisognini del gatto ed è quindi molto facile da pulire (basta buttare le palle) e non bisogna cambiarla interamente.

Lo faccio sterilizzare?

Un gatto può essere sterilizzato più o meno dopo i 6 mesi. La sterilizzazione è una vera e propria operazione eseguibile da qualunque veterinario e costa indicativamente 80 euro per un maschio e 110 euro per una femmina. Ecco vantaggi e svantaggi di un gatto non sterilizzato:
MASCHIO TENUTO IN CASA: un maschio non sterilizzato potrà avere dei cuccioli quando lo farai accoppiare, però spruzzerà sui muri di casa un'orina molto puzzolente per marchiare il territorio. Questo inconveniente potrebbe non sparire se il gatto viene sterilizzato quando ha già iniziato a spruzzare.
MASCHIO TENUTO ALL'APERTO: un maschio non sterilizzato feconderà tutte le gatte che troverà a disposizione causando un aumento indiscriminato dei cuccioli con molte morti per denutrizione. Inoltre lotterà con gli altri gatti per il controllo del territorio e tornerà a casa malmenato e ferito.
FEMMINA TENUTA IN CASA: la femmina non sterilizzata potrà avere dei cuccioli quando la farai accoppiare ma andrà in calore molto spesso (anche una volta al mese) e per due giorni ululerà rotolandosi sul pavimento.
FEMMINA TENUTA ALL'APERTO: la femmina non sterilizzata rimarrà regolarmente gravida e tu avrai molti cuccioli da "piazzare"" alcuni dei quali molto probabilmente moriranno. Ricordiamo a tal proposito che il Centro Felix non è il luogo ideale dove sbolognarli.